Indietro

Rilancio milionario per la Lucca-Aulla

Accordo da quattro milioni e mezzo siglato in Regione per rilanciare la linea ferroviaria e ridurre di tremila tir all'anno il traffico sulle strade

FIRENZE — Più ferro e meno gomma anche in Garfagnana e Lunigiana. Lo ha stabilito la firma dell'accordo che sblocca le risorse per il potenziamento della linea ferroviaria Lucca Aulla e dello scalo merci di Castelnuovo Garfagnana. A firmare sono stati l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Cecarelli, il vice ministro Riccardo Nencini per il ministero dei trasporti, il presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, il sindaco del Comune di Lucca Alessandro Tambellini, il presidente dell'Unione Montana dei Comuni della Garfagnana, Nicola Poli, il sindaco del Comune di Castelnuovo di Garfagnana, Andrea Tagliasacchi, il direttore della Logistica di Lucart, Giovanni Illibato, il presidente e l'amministratore delegato di Migra, Loriano Canini e Antonio Petti, il direttore territoriale produzione Firenze di RFI, Efisio Murgia.

Nel dettaglio, le risorse messe a disposizione ammontano a quattro milioni e mezzo, dei quali tre stanziati da RFI e uno e mezzo dalla Regione Toscana.Obiettivo: ridurre il più possibile il traffico dei camion nella zona. 

L'accordo prevede l'adeguamento alle nuove esigenze di traffico della stazione di Castelnuovo Garfagnana, che sarà collegata anche allo stabilimento Lucart a poca distanza. Saranno poi oggetto dei lavori le aree di scalo destinate al carico e allo scarico dei carri per le attività svolte da Mi.gra. Altro aspetto: sarà eliminato il passaggio a livello di via Enrico Fermi nel Comune di Castelnuovo. 

"Nel 2013 - ha detto l'assessore Ceccarelli - la linea Ferroviaria Lucca-Aulla era la peggiore della Toscana. Oggi, grazie a circa venti milioni di investimenti fatti da RFI e dal Ministero per stabilizzare e modernizzare l'infrastruttura e grazie ai nuovi treni Swing acquistati dalla Regione, con un investimento di 50 milioni di euro, è divenuta una delle migliori".

"È un progetto su cui lavoriamo da tempo con tutte le istituzioni interessate. Oggi abbiamo raggiunto un importante risultato, siamo soddisfatti"- ha detto il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Riccardo Nencini. Il protocollo, ha aggiunto il viceministro, "permetterà il trasferimento su rotaia del traffico attualmente veicolato prevalentemente su gomma, senza trascurare l'interesse del risanamento ambientale e il miglioramento della sicurezza stradale". 


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it